Logo LNP OWW Orizzontale Black

Ble Decò Juvecaserta 2021, arriva la sconfitta 74-65 contro la Geko PSA Sant’Antimo

Vince la Geko PSA Sant’Antimo col punteggio finale di 74-65 sulla Ble Decò Juvecaserta nel primo turno della Supercoppa LNP Old Wild West al termine di un confronto teso e serrato tra due squadre che saranno protagoniste nel prossimo Girone A della serie B. Gara dominata dall’agonismo e da una intensa fisicità su ambo i lati del campo, che ha premiato la squadra più lucida nei momenti decisivi. La squadra di coach Luise paga una brutta serata ai liberi (14/29) e la grande verve a rimbalzo dei partenopei (49 carambole catturate contro le 37 dei casertani), ma soprattutto i tanti falli fischiati che stasera l’hanno portata innanzitutto a sprecare il bonus prematuramente in tutte e quattro le frazioni, ma che soprattutto non hanno regalato continuità alle rotazioni. Referto rosa dunque che arride ai partenopei di coach Gandini, espulso per due falli tecnici in 3 minuti nel terzo quarto, che hanno preso la leadership della gara nella ripresa e non si sono voltati più indietro. Tra i padroni di casa grande prestazione del play Gallo, top scorer del match a quota 20 con 6/10 complessivo dal campo a cui si aggiungono 6 rimbalzi, 6 recuperi, 5 assist e 8 falli subiti, mentre in area colorata fanno la voce grossa Quarisa (11 punti e 17 rimbalzi) e Kamperidis (18 punti, 7 rimbalzi e 8 falli subiti). Bene anche l’ex Carlo Cantone, che mosse i suoi primi passi sul parquet nel Centro Energia Caserta, che in uscita dalla panchina è chirurgico con 16 punti sempre nei momenti salienti. Tra i casertani, Fatih Mehmedoviq, pur limitato dai falli, gioca una gara leonina in area colorata, griffando una doppia doppia da 12 punti e 13 rimbalzi. Romano, che come il montenegrino anche lui esce dalla panchina, porta energia ed intensità, chiudendo a 14 punti con 8 rimbalzi. In doppia cifra Moffa (12), recuperato all’ultimo da un problema alla mano, mentre Zampogna firma il suo esordio con 9 punti e 6 falli subiti. Ora si ritorna in palestra a lavorare in vista dell’esordio di Desio del 30 settembre prossimo. La squadra napoletana attende invece di conoscere l’avversaria del prossimo turno, in programma mercoledì 13 settembre.

LA CRONACA: Una assenza per parte, Mennella per coach Gandini, Paci per coach Luise. Palla a due e la stagione ha inizio. Caserta subito carica di falli, costretta a cambiare parecchio la sua rotazione, ma che risponde colpo su colpo agli avversari. Gallo e Kamperidis fanno la voce grossa da una parte, Hadzic va col tiro dalla lunga distanza. Romano esce dalla panchina col piglio giusto assieme al giovane Pagano, che ci mette voglia ed intensità: un libero di quest’ultimo vale la parità a quota 17 alla prima sirena. In apertura di secondo quarto massimo vantaggio casertano con le triple di Mei e Sergio per il +4 (19-23) a cui rispondono pan per focaccia Dri prima e Kamperidis poi. La gara sale di intensità: Geko aggrappata ai centimetri di Quarisa mentre Caserta apre il campo con Moffa. Al vantaggio casalingo di Colussa rispondono i liberi di Hadzic e Zampogna, ma il finale è tutto dei padroni di casa, con un 6-0 sull’asse Quarisa – Cantone che vale il 41-36 dell’intervallo. Nella ripresa grandinata di fischi e falli tecnici sul campo: ne fa le spese coach Gandini, espulso. Caserta si riporta sotto, fino al -1 e spreca tantissimo a cronometro fermo per azzannare il match, Sant’Antimo non segna per 4 minuti e la gara resta sul punto a punto fino agli ultimi due minuti, quando un 12-1 di fatto chiude i giochi. Gallo con 5 punti di fila ispira il break, con Kamperidis che dalla lunetta è freddo così come Cantone poco dopo. All’ultimo mini riposo è 57-45. Nonostante Hadzic già fuori per falli, i ragazzi di Luise vendono cara la pelle. La tripla di Mei e un grande cuore di Romano e Mastroianni su ambo i lati del parquet valgono il 7-0 che riporta i bianconeri a -7 (59-52). Nel momento di maggior difficoltà è l’ennesimo tecnico di serata, stavolta a Mei, a spezzare il fiato per i padroni di casa, con Kamperidis che ringrazia. Quarisa ritorna a fatturare in area colorata, ma Mehmedoviq si batte ad armi pari e riporta i suoi fino al -6. Su un rimbalzo offensivo, l’ennesimo dei partenopei, la tripla di Kamperidis spezza i sogni dei ragazzi casertani. Moffa è l’ultimo dei suoi ad arrendersi, con due triple nel finale che riducono lo scarto e danno alla gara contorni più giusti per ciò che il campo ha offerto. Finisce 74-65 con entrambe le formazioni che dovranno trarre le giuste indicazioni da questa sfida per proseguire le proprie sedute di allenamento e preparazione.

Geko PSA Sant’Antimo – Ble Decò Juvecaserta 2021    74-65 (17-17; 41-36; 57-45)

Geko: Kamperidis 18, Quarisa 11, Cantone 16, Scali 2, Gallo 20, Peluso, Di Camillo, Colussa 4, Dri 3, Stentardo, D’Apice ne, Mennella ne. All. Gandini. Stats: tl 25/38, t2 11/26, t3 9/27, rbz 49 (14 off), ast 15, rec 10, pp 16.

Ble Decò: Lucas, Romano 14, Mehmedoviq 12, Moffa 12, Mastroianni 2, Zampogna 9, Pagano 1, Sergio 3, Hadzic 5, Mei 7, Paci ne, Vaccaro ne. All. Luise. Stats: tl 14/29, t2 15/38, t37/24, rbz 37 (12 off), ast 6, rec 7, pp 15.

Consenso ai cookie con Real Cookie Banner